Linee guida del Piano Nazionale Scuola Digitale (premessa)

Le linee-guida qui presentate si riferiscono all’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale presso il Liceo “Landi”, delineando in tale contesto i principali settori di intervento e gli obiettivi correlati. La realizzazione degli interventi previsti tiene conto dell’effettiva disponibilità di risorse (derivanti dall’adesione agli avvisi PON 20142020, dalla partecipazione a progetti e iniziative del MIUR o resi altrimenti disponibili). Si considera, in ogni caso, necessario e importante avviare – in conformità della normativa vigente – il rinnovamento della didattica e della stessa idea di “fare scuola”: la correlazione del PNSD con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa del Liceo “Landi” si pone (insieme all’istituzione dell’“Animatore Digitale”) alla base di tale rinnovamento, inteso a favorire il successo formativo degli studenti e l’esercizio della cittadinanza attiva.

 

Strumenti del PNSD

Accesso

Fibra e banda ultra-larga

Obiettivo: assicurare alla scuola un’efficiente e affidabile connessione in banda larga o ultralarga (e, in prospettiva, in fibra ottica) per facilitare l’uso di soluzioni cloud per la didattica e di contenuti di apprendimento multimediali. Tale obiettivo è in via di completa realizzazione grazie ai fondi del Pon del 13 luglio 2015.

Cablaggio interno di tutti gli spazi delle scuole(LAN/WLAN)

Obiettivo: miglioramento del cablaggio LAN o wireless della scuola per un accesso diffuso alla rete in ogni aula, laboratorio, corridoio e spazio

 Canone di connettività

Obiettivo: individuare per la scuola il migliore servizio di connessione possibile alla rete. Tali obiettivi sono in via di completa realizzazione grazie ai fondi del Pon 9035 del 13 luglio 2015

Spazi e ambienti per l’apprendimento

Ambienti digitali per la didattica

Obiettivo: realizzazione di aule “aumentate” (aule tradizionali dotate di strumenti per la fruizione individuale e collettiva del web e di contenuti multimediali digitali), spazi alternativi (grandi aule con arredi e tecnologie per la fruizione individuale e collettiva in grado di accogliere attività diversificate, per più classi, e utilizzabili per la formazione dei docenti); valorizzazione delle dotazioni informatiche dei singoli alunni.

Obiettivo: aprire la scuola, in collaborazione con le famiglie e gli enti locali, al cosiddetto BYOD (Bring Your Own Device), ossia all’utilizzo di dispositivi elettronici personali durante le attività didattiche. 

Piano per l’apprendimento pratico

Obiettivo: organizzare laboratori per la didattica e lo sviluppo di soluzioni digitali innovative nell’ambito delle quali possano essere messe a frutto la creatività e il protagonismo degli studenti.

Edilizia scolastica innovativa

Obiettivo: dare impulso, attraverso la collaborazione con le istituzioni territoriali e nazionali, alla realizzazione di ambienti didattici innovativi capaci di incentivare la pratica di azioni educative alternative rispetto a quelle basate sulla didattica unicamente trasmissiva e di stimolare la partecipazione degli studenti anche al fine di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica.

Identità digitale

Un profilo digitale per ogni studente

Obiettivo: collaborare con il MIUR alla piena realizzazione di quanto previsto dalla legge n. 107/2015 che esprime la necessità di dotare tutti gli studenti di un profilo digitale. Tale strumento sarà utile alla realizzazione delle strategie per il diritto allo studio e del curriculum digitale dello studente, ovvero della certificazione e valorizzazione delle competenze, formali e informali, che gli studenti acquisiscono durante gli anni della scuola, in orario scolastico ed extra-scolastico, anche individualmente.

Un profilo digitale per ogni docente

Obiettivo: collaborare con il MIUR alla realizzazione della “Carta del docente” per sostenere la formazione, l’aggiornamento e la crescita culturale e professionale del corpo docente (cfr. Piano di Formazione del 3 ottobre 2016).

Amministrazione digitale

Dematerializzazione

Obiettivo: proseguimento e completamento del processo di dematerializzazione di atti e documenti scolastici, in accordo con le specifiche della normativa vigente.

Digitalizzazione amministrativa della scuola

Obiettivo: prosecuzione o piena attuazione di diversi processi digitali, tra i quali assumono particolare rilevanza la fatturazione e i pagamenti elettronici.

Registro elettronico

Obiettivo: migliorarne l’utilizzo da parte di docenti, studenti e genitori.

Strategia “Dati della scuola”

Obiettivo: attuare strategie utili alla realizzazione di quanto previsto nei commi 136-141 della legge 107/2015 che mirano a garantire stabilmente l’accesso e la riutilizzabilità dei dati pubblici del sistema nazionale di istruzione e formazione.

 

COMPETENZE E CONTENUTI


Competenze degli studenti

Sviluppo di competenze digitali applicate

Obiettivo: realizzare snelli percorsi formativi per lo sviluppo da parte degli studenti di competenze digitali fondate sui diritti della rete, sull’educazione alle dinamiche sociali online (social network) e sulla qualità, integrità e circolazione dell’informazione (attendibilità delle fonti, diritti e doveri nella circolazione delle opere creative, privacy e protezione dei dati)

Digitale, imprenditorialità e lavoro

 Un curricolo per l’imprenditorialità (digitale)

Obiettivo: Premesso che per imprenditorialità si intende la capacità di tradurre idee progettuali in azione, grazie a creatività e iniziativa, l’obiettivo sarà quello di sviluppare progetti imprenditoriali ideati dagli studenti e sostenuti dai docenti tramite un’azione di consulenza e rinforzo.

Alternanza Scuola-Lavoro per l’impresa digitale

Obiettivo: Coinvolgere le imprese digitali nei progetti di alternanza scuola-lavoro.


Contenuti digitali

Utilizzo di ambienti on line per la didattica

Obiettivo: utilizzo di contenuti e piattaforme digitali per la didattica. 

Utilizzo di Risorse Educative Aperte e autoproduzione di contenuti didattici

Obiettivo: promuovere l’utilizzo di risorse di apprendimento disponibili all’interno di piattaforme di e-learning e l’autoproduzione collaborativa di contenuti di apprendimento.

La biblioteca scolastica come ambiente di alfabetizzazione all’uso delle risorse digitali

Obiettivo: procedere verso l’integrazione fra la biblioteca scolastica e servizi di documentazione e di alfabetizzazione informatica, per integrare il mondo della lettura e della scrittura in cartaceo alle procedure digitali. (L’Istituto è rientrata nella graduatoria relativa al Bando per le Biblioteche digitali – Bando Miur 7767 del 13 maggio 2016).

 

FORMAZIONE

Formazione del personale

Formazione in servizio per l’innovazione didattica e organizzativa

Obiettivo: attuazione di quanto previsto dalla legge 107/2015 che ha introdotto la formazione obbligatoria in servizio per il personale docente. Attraverso la rete di snodi formativi predisposta dal MIUR verranno individuati percorsi di aggiornamento sui temi della digitalizzazione e dell’innovazione didattica tramite l’utilizzo dell’informatica.

 

Le figure del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale)

 

 

L'Animatore digitale:

A partire dallo scorso anno scolastico è stata individuata la figura dell’Animatore Digitale (nota 17791 del 19 novembre 2015). L’animatore digitale coordina la diffusione dell’innovazione a scuola e le attività del PNSD anche previste nel piano nel Piano triennale dell’offerta formativa della propria scuola. La sua attività si concentra sui seguenti aspetti:

• FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l’organizzazione di laboratori formativi, favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi;

• COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA:favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa;

• CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola.

 

Le figure del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale)

Il team per l'innovazione:

Il Team per l'innovazione digitale, costituito da 3 docenti, ha la funzione di supportare e accompagnare l'innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche e l'attività dell'Animatore digitale.